La Cravatta made in Puglia

L’idea nasce da una constatazione avuta durante un pomeriggio di un piovoso novembre, quando dopo avere essiccato gli stigmi raccolti la mattina dello stesso giorno, mi resi conto che lo zafferano non rispecchiava gli standard abituali, difatti mi accorsi che ogni singolo stigma, dopo l’essiccazione, risultava essere ossidato a causa della grande quantità d’acqua assorbita a causa della pioggia.

Quindi mi ritrovai con un cospicuo quantitativo di prodotto inutilizzabile destinato allo scarto, in quanto non potevo offrire ai miei clienti stigmi dalle qualità organolettiche mediocri. La soluzione a questo problema la trovai cercando nel passato, gli Antichi infatti consideravano il “color zafferano” uno dei colori più preziosi per tingere i tessuti e le vesti, collegandolo simbolicamente alla ricchezza materiale ma soprattutto spirituale.

Lungimirante fu l’incontro con Angelo Inglese, tra i più valorosi rappresentanti del made in Italy nel mondo. Terza generazione di una dinastia di sarti di Ginosa di Puglia, oggi ribattezzato il sarto dei “Potenti”, è riuscito a portare in tutto il mondo il suo prodotto, studiando la materia e le tradizioni del territorio, accompagnando ogni capo con la bellezza e le emozioni locali.
Insieme iniziammo a pensare ad un capo 100% naturale e totalmente Made in Puglia , dal tessuto, alla tintura e alla straordinaria manifattura che da sempre contraddistingue la sartoria Inglese di Ginosa.